venerdì 6 settembre torna "Come vi piace" di W. Shakespeare (in caso di pioggia spettacolo al coperto)

All’interno del progetto il Recupero dell’Anima un progetto che mira al recupero di mobili per la restituzione a persone bisognose sviluppato dall’Associazione di Volontariato S.I.E. di Alessandria  e Amv Igiene Ambientale, azienda di Valenza che si occupa di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani,  venerdì 6 settembre 2019 alle ore 21,30 presso il CENTRO INCONTRO CRISTO  via S.G. Evangelista n 8 Alessandria, andrà in scena lo spettacolo estivo COME VI PIACE di W. Shakespeare della Compagnia Teatrale Stregatti di Alessandria, all’interno del quale saranno presenti i mobili recuperati che fungeranno da scenografie e complementi d’arredo per valorizzare e porre attenzione su tale argomento.

INGRESSO LIBERO

Lo spettacolo:

“Come vi piace” è una commedia costruita sui contrasti e sugli equivoci amorosi. Al regno di un duca buono, spodestato ingiustamente e trasferitosi nella foresta, si contrappone quello di un duca cattivo (qui duchessa, nello stile Stregatti, che gioca spesso con gli scambi di genere), in una girandola di amori e in un contesto pastorale che diverte e offre tante chiavi di lettura. Tutto ruota intorno allaprotagonista Rosalinda che fugge, fingendosi un uomo, dalla perfida zia-duchessa, per poi ritrovare il padre e l’amore. “Shakespeare ironizza sul genere pastorale, allora molto di moda, e i suoi pastorelli non sono così adorabili, sono persino un po’ satiri. C’è nella commedia anche una critica all’utopia e alla società del tempo”, spiega Giusy Barone, “ lo stesso titolo rimanda al come piace vivere, al doppio, al genere (Rosalinda ama ed è riamata da Orlando, che si sente attratto da lei anche quando la incontra travestita da uomo) e persino suggerisce una critica alla critica teatrale. Allo stesso tempo Shakespeare crede nella bellezza e nell’utopia della vita volta all’amore”. La bellezza del testo sta proprio nelle tante letture stratificate che offre e nella possibilità ancora oggi di dire molto. E’ significativo a questo proposito il personaggio del malinconico Jacques (a lui si deve il famoso monologo “tutto il mondo è un palcoscenico…”), che, nell’allestimento degli Stregatti, viene sdoppiato in Jacques e Giacomo, ovvero “i nuovi malinconici che non sono i vecchi, come di solito Jacques è rappresentato, ma i giovani che non hanno futuro”.

NICOLETTA CAVANNA Radio Gold