OMAGGIO a O. von HORVATH 8\9 giugno ingresso libero

Corso Teatro avanzato Compagnia Teatrale Stregatti 2018/19

Sabato 8 giugno
Teatro San Francesco ore 21
FEDE SPERANZA CARITÀ

Si tratta della storia di Elisabeth, che per pagare vecchi debiti e ottenere una licenza come rappresentante viaggiatrice, ha bisogno di 150 marchi. Per trovare il denaro chiede di vendere il proprio corpo all’istituto di anatomia, che potrà utilizzarlo per scopi scientifici dopo la sua morte.
La pièce porta come sottotitolo “una piccola danza della morte in cinque quadri”, con esplicito riferimento alle Danze macabre ed è tratta da una storia vera, raccontata a Horváth a Monaco dal giornalista giudiziario Lukas Kristl. Nel XX secolo, dunque, la morte non ha smesso di danzare tra il popolo, secondo Horváth, il quale sosteneva che tutte le proprie opere avrebbero potuto avere come titolo “fede speranza amore”. La vicenda di Elisabeth assume dunque un valore rappresentativo per la poetica dello scrittore, nato ungherese, di lingua tedesca e morto a Parigi (colpito da un albero durante un forte temporale) dopo l’esilio dovuto alla censura Nazista.
Horváth come Brecht è un cantore del popolo e delle ingiustizie, ma è esente da manierismo, e nel suo disordine ha saputo esprimere al meglio malvagità, angoscia e confusione della società.
con Marco Pedron Alessandra Parodi Febo Nicolucci Francesca Mandara Francesca Neri Elisa Boni Carlotta Mussano Antonella Sfatani Paola Sacco
Didattica e Regia Giusy Barone

Domenica 9 giugno ore 21
Teatro San Francesco ore 21
KASIMIR E KAROLINE
Un evento, tutti a veder volare lo Zeppelin, Kasimir e Karoline è la storia della fine di un fidanzamento durante l’Oktoberfest e in quella che dovrebbe essere una festa tra birre e giostre, si snodano le vicende di questi due innamorati, KASIMIR da poco licenziato e la sua dolce KAROLINE; insieme uomini e donne comuni che nascondono meschinità e brutture di una società borghese ormai priva di valori piombati nella più spaventosa insicurezza sociale.
È apparentemente più leggero il clima di festa che si respira in questo dramma, ma la condanna di Horváth è senza appello: l’unico personaggio che sembra provare tenerezza per Karoline, il sarto Schürzinger, non esita a “venderla” a Rauch in cambio di un avanzamento di carriera.
con Lorenza Neri Angelo de Damiani Fausto Goggi Maria Sanfilippo Youri Martini Benedetta Pallavidino Gianfranco Granaglia Claudio Vescovo e con la partecipazione straordinaria di Assunta Floris
Didattica e Regia Gianluca Ghno’

Ingresso Libero